Intervista

Lorenzo Zanetti, pilota nel CIV Superbike ma anche collaudatore della Ducati V4

Ha iniziato in 125 per poi passare alle quattro tempi, correndo in STK1000, Supersport e Superbike. Quest’anno resterà nel CIV SBK con il team Broncos dell’amico Luca Conforti
di Carlo Baldi

La nostra carrellata di piloti dei mondiali delle derivate dalla serie e del CIV continua con  Lorenzo Zanetti. Nato a Brescia nel 1987, Lorenzo ha iniziato in 125 prima nel CIV e poi nel mondiale, per poi passare alle 4 tempi nel 2010, quando ha chiuso al secondo posto il campionato italiano Stock 600. L’anno seguente è salito di categoria, disputando la Superstock 1000 FIM Cup, prima con una Ducati privata ed in seguito con il team BMW Italia. Gli ottimi risultati conseguiti nella categoria cadetta gli hanno permesso di fare il grande salto in Superbike nel 2012. Un solo anno nelle 1000 e l’anno successivo il pilota bresciano passa in Supersport, dove corre per due anni con il team Ten Kate Honda e per altri due con la squadra ufficiale MV Agusta, conquistando la sua prima vittoria mondiale a Imola nel 2014. Come lui stesso afferma nella nostra intervista, al termine del quarto anno non c’erano più i presupposti per continuare in 600 e allora nel 2017 Zanetti torna nel CIV, sulla Ducati del Motocorsa Racing Team. Resta per due anni con la squadra di Lorenzo Mauri, disputando alcune wild card nel mondiale SBK e diventando nel contempo collaudatore Ducati, per la nuova Panigale V4. Tra le perle di queste due stagioni con il team Motocorsa resta certamente il record della pista stabilito a Vallelunga nel 2018, cancellando quello precedente che apparteneva a Troy Bayliss. 
 

  • 1/3
  • 2/3
  • 3/3

Siamo al 2019, quando Luca Conforti decide di togliersi la tuta per indossare i panni del team manager e chiede a Lorenzo di condividere come pilota l’inizio del Broncos Racing Team. Mancano solo poche settimane all’inizio del Campionato Italiano e il lavoro da svolgere è ancora tanto, ma Zanetti accetta e disputa tutta la stagione in sella alla Ducati V2. Dopo un inizio complicato, il team si assesta e Lorenzo trova l’assetto giusto, tanto da chiudere il campionato al terzo posto, dietro a Michele Pirro e a Lorenzo Savadori. 

Per il 2020 il programma è quello di restare con il Broncos Racing Team per provare a vincere il titolo italiano Superbike, continuando ad utilizzare i caschi Airoh che Zanetti utilizza dal 2008.

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta